(si scrive così?)

Non mi interessa guadagnarmi il paradiso, forse preferisco l’inferno, dipende dalla compagnia,  incontrovertibilmente (non so bene se ho azzeccato il significato e se sto utilizzando il termine nel corretto contesto ma CHI SE NE FREGA!!! Suona bene e lo uso). Non chiederò più a nessuno “come stai”, me ne frego di come state quanto interessa a voi come sto io (ben inteso che non è riferito a chi legge ma in via del tutto generica… più o meno…). QUINDI, in maiuscolo, che in certi frangenti equivale ad un grido, mi comporterò allo stesso modo in cui vi comportate voi, incontrovertibilmente, me ne fregherò di quello che fate o non fate, se siete tristi o felici, se siete beati o se avete le … girate, me ne fregherò a meno che io non abbia bisogno di qualcosa proprio da voi e in quel caso farò “come niente fosse”, come fate voi, del resto e vi chiederò gentilmente quello che mi serve; se lo otterrò  bene altrimenti “ciccia”, non muoio se non potete soddisfare un mio bisogno o un mio desiderio, mi arrangio, come ho sempre fatto!

Oh, adesso sto meglio!!!

Annunci