Non riesco a restare giù, inciampo, rovino a terra, sanguino, mi sbuccio gomiti e ginocchia, anima, cuore, la testa, questa vuota testa troppo piena di inutili pensieri d’amore. Non riesco a restare distesa lasciandomi andare al dolore, come se ci fosse sempre un appiglio a cui non voglio ma mi sento costretta ad aggrapparmi per rialzarmi, piegata, forse un po’ spezzata, solo un po’, non lo so, fa male, ovunque, eppure mi rialzo sempre… fino a che tu non starai bene io non posso stare male, terribile evidenza, terribile perché probabilmente vera, non ne sono sicura, lo saprò quando tu starai bene e io cadrò come spesso accade e non avrò più bisogno di rialzarmi ma potrò piangermi addosso veramente tutte le lacrime che ho, anche quelle che non immagino, quelle ingoiate da una vita. Quando tu starai bene io potrò stare male, se ne avrò voglia, e potrò fare a meno di nascondermi dentro me. Non posso farlo adesso, non posso permettermi di stare male adesso perché io sono quella forte, quella che sorride anche quando non ce ne sarebbe veramente motivo, quella che trova il lato positivo in tutto e in tutti anche quando forse davvero non c’è… Non posso, adesso, lasciarmi andare all’onda lunga del dispiacere, a quel dolore che prima sembra annientarti e poi diventa sempre più lieve fino a quando, sottovoce, se ne va…

 

 

Annunci