Tag

, ,

unoscrittoalgiorno

Torno, incazzata. Accidenti a me!

E’ un periodo veramente “di cacca”, si può dire nel blog?

Non aggiungo altro perchè non voglio fare la “pesante”, so benissimo che le mie rogne in confronto a quelle di molti altri sono nulla ma avrei proprio voglia di mettermi ad urlare ed invece piango in silenzio perchè son fatta così, son fatta male ed è tardi per cambiare.

Faccio il possibile e l’impossibile per soddisfare le esigenze di tutti e spesso dimentico alcune cose che per me sono non prioritarie ma che per altri pare siano questione di vita o di morte, si fa per dire ovviamente.

La sera sono così stanca che non ho neppure fame ma è una spossatezza mentale, non fisica, perchè mi costringo a ripassare in continuazione la tabella di marcia per non dimenticare nulla e va a finire che poi dimentico ugualmente qualcosa.

E poi la fame torna quando tutti sono a nanna e mi “sdravacco” sul divano; probabilmente è perchè quando sono sola mi rilasso e mi si riapre lo stomaco… il problema è che la notte, si sa, si mangiano solo schifezze che sembrano riempire la pancia ma che in realtà riempiono più la mente e il cuore, forse…

Ma la facciata tiene, so sorridere sempre quando serve, ormai l’ho detto fino alla noia che so recitare.

Mi chiedo sempre se abbia un senso questa “commedia” ma poi penso alla faccia dei miei piccoli quando si accorgono che qualcosa non va e il senso lo trovo sui loro sorrisi quando ci divertiamo.

Vabbè, sono già meno incazzata di quando ho riaperto il blog.  Scrivere è una medicina che funziona sempre, per me. Mi “sfracasso i marroni” per settimane e poi in qualche minuto a raffica sulla tastiera passa tutto, o quasi…

Insomma, devo scrivere per sorridere, devo scrivere per sopravvivere, anche un solo post ogni tanto, quando proprio non ce la faccio più, anche solo qualche riga sull’agenda, anche solo un tratto di matita su un foglio immacolato che per me ha sempre rappresentato l’anticamera della felicità: il foglio è la mia vita e io sono la matita e posso scrivere quello che voglio, sul foglio che è la mia vita, ma solo sul foglio… non so se mi spiego.

A presto bella gente, magari non passa nessuno ma l’educazione è la prima regola, un saluto non si spreca mai!

MANDI

Annunci