Tag

, , , , , , ,

Ok, sono secoli che non scrivo ma questo non significa che non abbia nulla da dire, anzi, ne ho talmente tante da poter raccontare che si è fatta una gran confusione nella mia testa e l’unico pensiero che ne esce prepotente è che mi sento sola! Vedo gente ogni giorno, partecipo a manifestazioni di vario genere eppure mi sento sola, solissima e anche di più. E non è la solitudine buona, quella delle mattine mentre i bimbi sono a scuola e ho tempo anche per me. No, è la solitudine cattiva, quella che ti fa male quando succede qualcosa e non hai nessuno con cui condividerla, nessuno che non sia il tuo compagno che, probabilmente è colpa mia, spesso non capisce i miei entusiasmi o le mie delusioni e le liquida con le sue frasi “pratiche”. Sono sola quando cerco di spiegare tutto quel mondo che ho dentro, le mie idee, i miei pensieri, le mie emozioni, i miei sentimenti, le mie paure e le mie gioie, le mie parole, i miei libri, i miei poeti e quella fede sempre in bilico. Sono sola e probabilmente è colpa mia, forse non so dialogare, non so quando è il momento di parlare e quello di ascoltare, mi butto nelle conversazioni altrui come un pesce cerca il mare perchè non voglio restare invisibile e poi accade che probabilmente visibile lo divento anche troppo. Non lo so, so che c’è un errore ma non so quale sia, non trovo la stringa da correggere, non trovo la mancata doppia o la virgola di troppo, non trovo la nota stonata, non trovo l’accordo troppo acuto, non trovo me, non mi trovo da nessuna parte e mi trovo troppo ovunque, mi vedo girovagare senza una meta, cercando sempre di agire dietro le quinte, senza mai reclamare un plauso pubblico. Io do, do tutto quello che posso dare e anche di più, anche troppo, me ne rendo conto ma è sempre non voluto, è sempre qualcosa che nasce spontaneamente, senza sforzo. Io do, io mi do, mi dono a chi mi mostra il suo bisogno e sostengo, collaboro, fatico, propongo, cercando il mio posto nel mondo e sorrido, sorrido più che posso anche a chi mi ha appena pestato i piedi, sorrido a chi sparla alle mie spalle e a chi non ha nulla da dirmi. Sorrido a chi di me non sa un bel niente e pensa che io sia semplicemente ingenua e troppo buona, sorrido a chi mi loda per ottenere qualcosa e sorrido a chi mi evita e non so nemmeno il perchè. Sorrido perchè sul mio telefono non c’è WA e un messaggio per me non lo sprecano, sorrido perchè se non ti uniformi non sei nessuno e io preferisco essere nessuno ma esserlo a modo mio, sorrido a chi fa le cose perchè va di moda, a chi non mangia carne per salvare la mucca ma non salva il bambino che ha cucito per quattro soldi la sua maglietta firmata. Io sorrido a chi non mi capisce e non fa nessuno sforzo dopo che io ho prestato ascolto una notte intera ai suoi sproloqui. Sorrido a chi pensa che io sia pigra perchè non lascio i bambini soli a casa per andare a passeggiare, sorrido a chi non viene alla mia festa perchè l’indomani c’è una gara. Sorrido a chi mi sorride e a chi mi piange addosso quando gli comoda e quando gli comoda diversamente fa finta di non vedermi e se provo a parlare ha sempre fretta di scappare. Sono sola ma sorrido perchè l’hanno detto anche in televisione che fa bene…

Ho mille frasi poetiche da scrivere, ho mille pezzetti di racconti da mettere insieme, ho tante emozioni da raccontare ma avevo bisogno di sputare fuori i giorni brutti, quelli senza senso e quelli che un senso magari anche ce l’hanno ma non è positivo. Quando vomiti dopo la sbronza non stai benissimo ma un po’ meno peggio. E’ così che mi sento adesso, un po’ meno male di prima e poi cerco la luna ma stasera non c’è e allora sorrido, la cercherò domani.


comunicare

Annunci