amiche-vecchiette

Ho scoperto per l’ ennesima volta che non faccio parte di niente che possa anche solo lontanamente definirsi amicizia, compresi tutti i sinonimi di questa misteriosa parola.

Ora, da un lato vorrei capire perchè e m’ immagino di aver compiuto un crimine irreparabile, di aver fatto un gesto imperdonabile, di aver espresso un’ opinione orribile. Da un altro lato continuo a pensare di pretendere troppo dalle persone quando vorrei che parlassero con me anche se non serve loro un favore, che avessero desiderio di passare del tempo con me anche se non siamo ad una festa, che prendessero un po’ più sul serio anche i miei punti di vista anche se sono solo una casalinga e loro invece tutte donne impegnate con lavori di responsabilità (e per giunta pure tutte diplomate e quasi tutte anche laureate, mannaggia alla mia ignoranza!).

E poi invece mi rendo conto che effettivamente hanno tutte molto in comune fra loro mentre io sono sempre stata la mosca bianca. Io sono sciatta e preferisco comprarmi un libro al posto di un vestito. Posso stare senza parrucchiera per mesi ma non senza qualcosa da leggere. Sono grezza, non ho stile e non ho personalità. Ho solo un grande cuore e sono sempre più propensa a credere che sia un difetto e non un pregio.

E adesso che hanno anche passato un bel fine settimana insieme, senza mariti e senza bambini, due giorni interi in una grande e modaiola città (quindi anche una notte spensierata in qualche locale o a chiacchierare in una camera d’albergo per ore) chi le ferma più?

Adesso si che hanno ancora meno da spartire con me e io nulla da condividere con loro che possa essere di qualche interesse.

Ah, dimenticavo, non è che non ci sono andata perchè non ho voluto, è che proprio non mi hanno invitata, han fatto tutto di nascosto o forse han pensato che tanto valeva dirmelo tanto non potevo partecipare (per il costo). In effetti non avrei potuto permettermelo ma spettava a me rifiutare e non a loro decidere a priori. Oppure, nella peggiore delle ipotesi, a me non ci hanno nemmeno pensato, se ne sono scordate magari fino all’ultimo e poi era troppo tardi, Oppure semplicemente chi ha organizzato non mi voleva nel gruppo e loro non si sono probabilmente preoccupate di come io potessi reagire.

Non so, non fa più molta differenza il motivo adesso.

Mi brucia quel che è successo, eccome se mi brucia ma non per le “amiche” che pensavo che fossimo, mi brucia per me, mi brucia perchè ancora una volta mi sono immaginata di far parte di qualcosa che forse non c’è mai stata.

Annunci